24 marzo 2008

the HWW 5 trax minigroovez vol. 1


Partiamo oggi con una speriamo lunga serie di agili minimix attraverso i quali vorrei commentare uscite più o meno recenti in ambito elettronico (visto che grazie alla riconversione di DJ Enzo, sul versante indie-pop fortunatamente siamo coperti).
Partiamo con 5 pezzi mixati frettolosamente che dovrebbero fotografare con una certa precisione i miei ascolti del momento. Inizio all'insegna di una dub techno d'autore firmata dall'inarrestabile Rod Modell a.k.a. Deepchord, che dopo averci regalato il miglior disco dell'anno scorso (Deepchord presents Echospace: The Coldest Season) ha continuato a recapitare uscite con una frequenza terrificante anche per un uomo che ha consacrato la sua intera esistenza a raccontare l'incontro tra il dub e la techno. Grandbend è la prima uscita del 2008, ma seguiranno un remix per la DFA (???) e una collaborazione con Mike Huckaby.
Il secondo pezzo, che entra con il classico maldestro sbalzo di volume che è un po' la cifra stilistica del suono WPA, è un estratto dello spasmodicamente atteso Metanarrative di Claro Intelecto. Solito picco di godimento che accompagna qualunque uscita Modern Love (l'etichetta che ha cannibalizzato la nostra classifica dei singoli 2007).
Confesso che mi sono quasi rotto i coglioni di scrivere, quindi taglio corto. Il terzo pezzo è dell'anno scorso, estratto del Response Ep di Leftover produttore finlandese capace di imprimersi nel mio cervelletto con una battuta house dubbeggiante che risulta quasi offensiva per la semplicità e prevedibilità, eppure non si può smettere di ascoltarlo. Visto che abbiamo iniziato coi battiti di mani ho poi deciso di crollare enfaticamente tra le braccia della deep house targata Drumpoet Community, adorabile etichetta svizzera di cui attendo salivando la compilation celebrativa che dovrebbe uscire in questi giorni.
Chiusura con il pezzo più eclatante che in assoluto mi sia capitato di sentire nelle ultime settimane: Nitzi (In My Mind, So Fine), di Melon, uscito a fine 2007 su Innervisions e sapientemente incluso da Ellen Allien nel suo recente Boogy Bytes Vol. 4 (molto più minimale e profondo del previsto). L'ho lasciato suonare per quasi tutti e dieci i minuti di durata perchè lo trovo veramente epico, soprattutto grazie a quel profondissimo giro di bonghi che è stato capace di agganciarsi al mio cervello come poche altre cose di recente.
Divertitevi e fate sapere cosa ne pensate.

TRACKLIST

DeepChord - Grandbend (cv313 Edit) - Echospace [Detroit]
Claro Intelecto - Harsh Reality - Moden Love
Leftover - Awake - Statik Entertainment
Sascha Dive - DEep (Samuel Davis Deep4Life Mix) - Drumpoet Community
Melon - Nitzi (In My Mind, So Fine) - Innervisions

[mix] the HWW 5 trax minigroovez vol. 1

2 commenti:

thingy ha detto...

mi scusi ma perchè avete soppresso hitlist indiepop? a me piaceva di più di questo nuovo programma. potrei avere l'indirizzo del direttore di rete per lamentarmi di questi cambi di palinsenso?

enzoppi ha detto...

oh, io non mi sono mai riconvertito. adesso vedo se continuare sta roba dei 50 dischi, a volte mi chiedo il perché di questa tendenza al masochismo.