14 novembre 2007

leila came around and we danced a remix of mine

e così mirrored dei battles è uscito quest'anno. giuro, mi sembrano secoli fa. dall'uscita del disco li ho visti in concerto due volte, ho preso atto del clamoroso successo di atlas e ho anche lasciato a lungo il cd a prendere polvere sullo scaffale, tanto lo avevo consumato nei primi due/tre mesi. l'ho ripreso in mano in questi giorni, complice l'uscita del secondo singolo tonto+, che forse due parole se le merita.

non tanto per il remix di the field, che ha la mano un po' pesante e riscrive completamente il pezzo secondo i suoi canoni estetici. four tet, piuttosto. io non so voi, ma un four tet così non l'ho mai sentito. un remix scurissimo, di certo non pensato per la pista da ballo anche se dopo il minuto 6 trova la via perfetta. eppure forse il remix più ballabile di four tet.

resta da vedere se si tratta di una parentesi, come le sperimentazioni con steve reid e il ritorno dei fridge, oppure di una nuova via. nel primo caso pazienza, tanto amo già abbastanza il vecchio four tet; nel secondo caso, però, personalmente non vedo l'ora.

[mp3] battles - tonto+ (four tet remix)

5 commenti:

atroC.T.X.Z.B.tion ha detto...

Bruno Lauzi remixava così tra trent'anni fa, ma comunque lasciamo perdere...

a. ha detto...

questo materiale multimediale lo avevo già.

LG ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
LG ha detto...

molto poco fantasioso da parte mia e molto poco ricercato (linkato sull pagina-epitaffio di Oink.cd): When Pigs Fly: The Death of Oink, the Birth of Dissent, and a Brief History of Record Industry Suicide.

Serena ha detto...

Io non ce l'ho, non è che me lo mandereste per email?