25 settembre 2007

established as one can be

danny tenaglia è in giro da 20 anni e quindi posso anche capire che abbia qualche problema a rapportarsi con la modernità. in agosto è passato in italia con il suo sobrissimo carico di pretese (47mila euro di cachet più robe del tipo un eliambulanza fuori dal locale; per l'elenco completo leggete qui) e al clorophilla di castellaneta qualcuno ha osato registrare direttamente dalla consolle il suo set di 8 ore per poi buttarlo sul web. lui non l'ha presa bene (qui in lingua originale, tanto per evitare fraintendimenti).

lo so che teoricamente il buon danny potrebbe avere anche ragione. ha chiesto una cosa e qualcuno l'ha preso per il culo, giusto che s'incazzi. ma non riesco a pensare a tutti quegli artisti che hanno centinaia di set sparsi nei circuiti p2p e non ne fanno un dramma, anzi. chiaramente danny tenaglia non ha alcun bisogno di farsi conoscere ulteriormente, lui è established as one can be, ma magari proprio per questo potrebbe evitare di inscenare un simile melodramma di fronte ad un gesto del genere, oltretutto privo di qualsiasi scopo di lucro

[audio] danny tenaglia - dibiza (island groove remix)

5 commenti:

a. ha detto...

mi mandate il suo rmx di 100% pure love di crystal waters?

atroC.T.X.Z.B.tion ha detto...

enzo, questo tuo mettere le mani avanti mi fa presupporre che sia tu il fantomatico dj skizzo che ha registrato il set. e comunque senti una roba, com'è che noi uploadiamo i pezzi di danny "tenaglia sui coglioni" senza preoccuparci del fatto che lui spenda un considerevole frammento della sua vita dando la caccia a quelli come noi e perseguitandoli con tutti i mezzi a disposizione di uno che prende 50mila neuri a serata?

atroC.T.X.Z.B.tion ha detto...

ah, è un youtube! ho visto [audio] è ho subito pensato che stessi cercando di provocarlo per finire anche noi sulla sua prestigiosa mailing list

Anonimo ha detto...

p2p, poor-too-poor

dj skizzo ha detto...

@ a.: no, quello non ce l'ho. ma se vuoi ti passo cuba dei gibson brothers.

@ stefano: tranquillo, cosa vuoi che ci faccia...