05 ottobre 2008

the tragic side of the dancefloor: quando il rancore scende in pista


L’altra sera prima di attaccare ero molto agitato perché prima di noi suonavano un gruppo. Quando suonano i gruppi di solito nei locali ci vanno della gente gli piace ballare solo della musica di merda e io mi sento molto spesso fuori posto e inadeguato. Poi invece le mie preoccupazioni si sono rivelate come al solito infondate e ho saputo leggere la serata con la consueta lucidità e professionalità.
Quando è venuto il nostro momento si è fatto avanti BatFabio dicendo “inizio io, così vediamo che aria tira”. Ovviamente tirava l’aria che nella saletta adibita a dancefloor non si è mai presentato nessuno tutta la sera. Una ragazza ha anche messo la testa dentro ma è scappata via inorridita, non sopportando l’immagine agghiacciante della luce stroboscopica che mulinava nel vuoto. Poi è arrivato il mio turno e senza voler peccare di immodestia devo dire che ho fatto registrare il massimo picco di gradimento della serata quando è arrivato in consolle BatFabio affermando con grande entusiasmo che gli era sembrato di vedere uno al bancone che muoveva la testa a tempo. Bisogna dire inoltre che tipo un mese fa ho cambiato lavoro e questa sera ero riuscito a convincere un nutrito manipolo di miei colleghi ad attraversare la città a piedi per venirci a sentire, sperando in questo modo di giocarmi la carta della credibilità musicale per scalare alcune posizioni nelle gerarchie interne all’ufficio. Devono essere rimasti molto contenti perchè a metà del primo pezzo si erano già volatilizzati tutti, abbandonando sui tavolini delle pinte di birra appena iniziate, lasciandomi col problema di dover trovare il coraggio per ripresentarmi in ufficio a raccogliere li sguardi di biasimo che mi sono ampiamente meritato. Purtroppo però quando viene della gente che conosco mi agito, e quando mi agito metto sempre Born Under Punches dei Talking Heads. Quando non so più che disco mettere e mi metto a scavare nervosamente nella valigetta alla ricerca di un disco che spinga la folla ad acclamare il mio nome, succede sempre che mi spunta nel cervello una vocina che mi dice “metti a Born Under Punches che quello è un pezzo che spacca sempre! Tutti vanno matti per Born Under Punches!”. E io mi rispondo che dio fa è vero, Born Under Punches scassa. E lo metto. E la gente va via infastidita. Ogni volta. Solo che dio cane non imparo mai. Perchè è vero che in tutta la storia della musica ci saranno una decina di pezzi più belli di Born Under Punches, però è anche vero che quando parte ti erige davanti un muro di dissonanza e fragore dentro il quale molte persone al venerdì sera non sono molto propense a schiantarsi. In un mondo perfetto decine di persone dovrebbero iniziare a dimenarsi nello sforzo insostenibile di seguire contemporaneamente il tribalismo delle percussioni e la devianza disco della chitarra. In un mondo di merda invece i tuoi amici ti voltano le spalle e corrono al bancone a ordinare dei superalcolici per ottenebrarsi l’udito. Ho provato a riprenderli ma ogni cosa era andata inesorabilmente perduta e allora non mi è rimasta altra soluzione che non fosse quella di imboccare una qualche scorciatoia verso un’uscita di scena decorosa. Il primo pensiero è stato quello di scuotere la testa tutto il tempo lamentando un qualche problema tecnico che non mi permetteva di lavorare come si conveniva a un DJ del mio calibro. Solo che ho dovuto desistere dopo aver misurato la stazza e la cattiveria del tecnico del suono del locale, optando invece per la più riprovevole via della scenata isterica, dando tutta la colpa a una ragazza che, nonostante non raggiungesse i parametri di avvenenza necessari per farmi una richiesta, si era avvicinata per chiedermi se gli mettevo i Cansei De Ser Sexy. In effetti ammetto di avere un problema con le richieste e qualche avvisaglia si era già palesata a Tavagnasco quando io e DJ enzo avevamo chiuso la serata infierendo sui resti di un ragazzino in precoma etilico che un paio d’ore prima ci aveva chiesto i Modena City Ramblers. A ‘sto giro invece era tutta la sera che aspettavo di mettere un pezzo della Jahtari che era tutta la settimana che non vedevo l’ora di metterlo. Questo pezzo si chiama Alternative Power, di un tipo che si chiama Afrikan Simba. Come al solito mi immaginavo che il pezzo avrebbe scatenato un olocausto ritmico, con la gente che dimenava la testa in balia dei synth in levare, il pavimento che si spalancava sotto il peso del basso, i baristi che smettevano di spillare le birre per alzare le braccia al cielo. E invece arriva questa faccia di merda e mi chiede se non posso mettere qualcosa di più “commerciale” (credo abbia fatto anche il gesto delle virgolette con le dita, per il quale spero venga presto introdotto l’ergastolo) perchè lei e i suoi amici hanno voglia di ballare. Tipo i Cansei de Ser Sexy, mi fa. E allora io ho colto la palla al balzo e ho buttato via le cuffie chiedendo il cambio a Batfabio, dicendo che così non si poteva più andare avanti, perchè dio cane sono stufo di venire umiliato da questa gente che è capace soltanto di ballare della dance edulcorata e borghese, talmente priva d’anima e di coglioni che non la passerebbero neanche nell’area chill out della festa del partito democratico. Fermo restando che se pochi minuti prima non hai ballato Never Give In di The Streets vuol dire semplicemente che tu e la danza non avete niente da dirvi. Certo, puoi dimenarti saltuariamente sulla scia dell’entusiasmo del tuo quarto mojito, puoi saltellare schiamazzando con le tue amiche ogni volta che senti l’attacco di Last Christmas I Gave You My Heart. Ma del rapporto che intercorre tra un impulso sonoro e un movimento del corpo te e i tuoi amici non capirete mai un cazzo. Io e Batfbio e Dj Danilo (a sinistra nella foto di copertina) ci siamo poi allontanati con una scusa per sfuggire alla desolazione, fingendoci dei normalissimi avventori e lasciando Dj Enzo da solo a mettere dischi in una stanza vuota per una quantità irragionevole di tempo. Quando siamo tornati era incazzato come una biscia e ha preteso come risarcimento una decina di consumazioni omaggio, nonostante le quali alla fine della serata è riuscito comunque a spendere ingenti somme di denaro al bancone (certe volte penso che se l’oceano Atlantico fosse fatto di whisky & cola, dopo che gli immergi dentro Dj Enzo potresti camminare da Londra a New York senza neanche bagnarti il risvolto dei pantaloni). Comunque a Dj Danilo l’altra sera l’ho visto veramente vittima dello sconforto. Lamentava l’estinzione delle motivazioni che lo spingono ogni volta a farsi 60 chilometri per mettere i dischi senza mai raccogliere uno straccio di soddisfazione, quando tra l’altro lui la mattina dopo doveva alzarsi presto per andare a vendemmiare i kiwi. Io invece devo dire che son contento così e sto iniziando a nutrirmi avidamente del disprezzo che la gente dimostra nei nostri confronti, probabilmente perchè sono vittima di una strana perversione a causa della quale provo piacere nell’esibire pubblicamente la mia sociopatia. E se nell’immaginario comune la figura del DJ è assimilata alla gioia della condivisione e al potere unificante della musica, sta invece nascendo grazie a noi questa figura non meno rilevante del DJ che si presenta nel tuo venerdì sera con lo scopo preciso di darti fastidio, di non assecondare i tuoi desideri e di precluderti l’accesso a quei barlumi di gioia e spensieratezza che vorresti mitigassero il grigiore della tua esistenza.

[streaming/mp3] afrikan simba - alternative power

20 commenti:

Squeeze ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Squeeze ha detto...

l'oceano prosciugato è una immagine di rara bellezza. puro genio Scum. Ah, Ranieri vaffanculo.

a. ha detto...

è una storia terribile. mi ricorda quando mettevo i dischi al barfly di ancona, o quella volta in un bar a corridonia (mc), li si era proprio vuoto. al tempo le css non c'erano ancora e la gente mi chiedeva i chemical brothers. e i prodigy. dio li maledica.

a. ha detto...

volevo dire: mettere i pezzi in stream invece che in download è la cosa più borghese che abbia mai visto. orribile.

Anonimo ha detto...

ahahaha applausi fragorosi

deni ha detto...

Io in verità nella saletta degli orrori ci sono entrato, stavo cercando dj enzo per ucciderlo. (storie di figura di merda clamorose che solo Enzoppi ti fa fare a tarda sera).. in ogni caso ho visto almeno due persone al banco scuotere la testa durante la serata..
saluti a tutti

atroC.T.X.Z.B.tion ha detto...

caro a., ho già capito che te sei il tipo di commentatore che viene qui con il preciso scopo di piantar grane. Allora se non vuoi essere denunciato a un tribunale del proletariato ti intimo di rimangiarti quello che hai detto dal momento che il pezzo, sulla pagina linkata, è disponibile SIA in streaming CHE in download. fermo restando che per colpa del vampirismo dei lettori abbiamo esaurito tutta la banda del nostro dominio e quindi siamo in chiara emergenza upload

enzoppi ha detto...

ma quale dominio? vorrei svelare al nostro pubblico adorante che dj stefano è un tale tirchio che ha pensato bene di non cacciare la grana per il rinnovo del dominio, esborso che a questo giro toccava a lui dopo che io l'anno scorso ho speso migliaia di euro. giusto per farvi capire che schifo di persona è.

atroC.T.X.Z.B.tion ha detto...

squeeze, hai assolutamente ragione. la situazione è molto più tragica di quello che potrebbe sembrare. ranieri si è ormai qualificato come un povero cazzone, il cui apice della carriera è stato salvare il parma dalla retrocessione. tra l'altro è doppiamente colpevole, perchè oltre ad aver pesantemente contribuito alla volatilizzazione del patrimonio societario che sarebbe dovuto servire alla ricostruzione della squadra, ha poi anche dimostrato di non sapere cosa cazzo farsene di quella manica di stronzi di cui ha voluto infarcire la squadra. tra un paio d'anni tutti giocatori che ci garantivano la competitività internazionale saranno inesorabilmente invecchiati e noi non saremo nient'altro che una squadra da zona uefa. mi viene solo voglia di piangere per come questa situazione non presenti nessuna via d'uscita dignitosa

atroC.T.X.Z.B.tion ha detto...

oh deni, racconta cos'ha combinato venerdì sera quello stronzo delatore di dj enzo.

danilo ha detto...

ehi ho vendemmiato!

Squeeze ha detto...

guarda, lasciamo stare il discorso calcistico, se vuoi bestemmiare vieni sul mio blog. Devono essere belle 'ste serate, però Non hai qualche aneddoto su qualche stronzo della Siae venuto a rompere le palle? Hai partecipato a distillerie aperte? Saluto anche enzo che ho aggiunto su anobii anche se lui se ne fotte :D

deni ha detto...

Niente scum, stavo solo parlando innocentemente con una bella tipina con simpatico gigante suo fidanzato annesso al fianco, quando il vecchio stronzo è arrivato e si è messo a urlare "che colpo Deni, evvai, evvai"..
così sono scappato dal Liber per salvare la pelle, però giuro giuro giuro solennemente che la prox volta uccido il tuo socio di merda..

atroC.T.X.Z.B.tion ha detto...

oh, denis, fammi sapere che caso mai te lo tengo fermo

TheGoblin ha detto...

Calcio? Che cazzo è il calcio? Esiste più?


(Serie D. D, come l'iniziale di tutte le bestemmia più truculente mai partorire dall'uomo, che ho avuto cura di ripassare e ripetere a voce alta da sei mesi a questa parte. Vafanculo).

atroC.T.X.Z.B.tion ha detto...

alessio, il calcio esiste ancora ed è ancora una delle cose che riescono a darmi alcuni rarissimi e incommensurabili picchi di gioia pura. tipo ieri sera, quando io e Dj Enzo abbiamo avuto l'onore e il privilegio di assistere a una partita indimenticabile a due metri dalla bandierina del calcio d'angolo dello stadio olimpico di torino. non riesco ancora adesso a porre un freno all'esultanza.

squeeze ha detto...

Chissà cosa avresti fatto al Bernabeu

danilo ha detto...

ma quindi? tutti scomparsi?

Anonimo ha detto...

Hi All! wanted to give you all a tip on how you can save some money monthly, Getting a conversion
kit for your vehicle will save you hundreds of dollars on gas by switch to an american made fuel 'Ethonal'.
More americans are upgrading their vehicles to support both fuel types and buying ethonal to fill up your vehicle.
Ethonal is not only an American made fuel, which you'll be support our economy alot more than buying fuel
that we have to import making us more depended on foreign supplies.
Run your vehicle on a [url=http://www.newwhitelightning.info]e85 Conversion kit[/url]

Anonimo ha detto...

[url=http://www.k2blacksmoke.com]K2 Black Smoke[/url].
k2 affects the cannabanoids in the brain in the exact same way that weed does,
that's what makes this stuff substitute for marijuana. it acts almost exactly like bud,
that's the whole idea. I know it's worth every penny, you have to try this stuff out.
You won't be disatisfied with this place [url=http://www.k2blacksmoke.com]K2 Smoke[/url]. Been
ordering from them for a long time and they're shipping and billing is VERY discrete. Try it out today!